Art | Written by Alessandra

zoe_buckman_ordinaryseaman11

TUPAC SUGLI SLIP

Crescere a ritmo di hip hop e imparare a non mandarle a dire. Questo, l’imprinting di Zoe Buckman, artista inglese e fresca di femminismo rampante che con il progetto Every Curve ha deciso di unire il maschilismo testosteronico dei testi di Tupac Shakur e Notorius B.I.G. al femminismo delicato dell’intimo vintage, ricamando su slip, guepiere e giarrettiere, frasi di protesta. Con questa installazione, l’artista vuole celebrare (e accusare) la donna come oggetto sessuale, come amante e come generatrice. Difficilmente l’uomo è stato tutte queste cose assieme. #bumbumbum

-

Ho già ago&filo in mano e il mio bustino D&G dei ruggenti anni ’90. // I swear I’ll never call u bitch again.

  • zoe_buckman_ordinaryseaman8
  • zoe_buckman_ordinaryseaman10
  • zoe_buckman_ordinaryseaman7
  • zoe_buckman_ordinaryseaman9
  • zoe_buckman_ordinaryseaman6
  • zoe_buckman_ordinaryseaman5
  • zoe_buckman_ordinaryseaman4
  • zoe_buckman_ordinaryseaman3
  • zoe_buckman_ordinaryseaman2
  • zoe_buckman_ordinaryseaman1

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

I ritratti della spensieratezza

Bubblegum by Emily Stein

La personale di Farida Saglia

A Fotografia Europea 2016

Edward Hopper a Bologna

Toi et Moi

Un libro sull'amore infinito