Style | Written by Alessandra

andrea_official_ordinaryseaman10

ÄNDREÄ OFFICIAL

Da 360 One Quarter mi sono imbattuta in una collezione che mi ha fatto girare la testa! Colori, trame, linee e… insetti! La prossima SS15 sarà un tripudio di marmellate, quadretti, api e frivolezze! La mente creativa che si cela dietro a questi capi è quella di Andrea Bergamaschi, balzata in vetta alle nostre personalissime it-girls in qualità di ÄNDREÄ OFFICIAL. Curiose? Leggete qui e lasciatevi rapire dalla collezione che ha presentato a quest’ultima edizione del Pitti: deliziosa!

1. Ciao Andrea, prima di entrare nel merito del tuo progetto, andiamo dritte al sodo nel fashion taste! Parliamo dell’armadio del delitto, ossia, cosa non dovrebbe mai comparire nei nostri guardaroba?

Direi leggins, bomber di piumino, lingerie ultra imbottita.

2. E 3 must have?

Una camicia bianca e perchè no, anche ricamata, gonna a ruota e un maglione di qualità.

3. Parlaci dell’identità di ANDREA_OFFICIAL.

ÄNDREÄ è un nome breve, ambivalente e unisex, funzionale per comunicare tre concetti chiave: freschezza, spontaneità e raffinatezza. Tre linee guida, come tre sono i punti sulle sommità della lettera iniziale “Ä” del logo. La donna di ÄNDREÄ è emancipata, moderna, sofisticata e intrigante, manifesto estetico di una vita fuori dagli schemi, divertente e metropolitana.

4. Il primo ricordo che hai legato alla moda?

Il primo ricordo legato alla moda è mia madre. Lei, ex indossatrice e rappresentante, mi ha trasmesso questo suo amore per la moda nella vita quotidiana e nel mondo lavorativo portandomi con lei in showroom.

5. Per la SS15 verremo avvolti da uno sciame di insetti mentre ci rilassiamo al nostro primo pic-nic estivo. Parlaci della Collezione, com’è nata?

Per la collezione SS15 mi sono ispirata alle mie origini. Vivendo in campagna alcuni dei piaceri più grandi sono godersi il panorama, la natura e il cibo. Mi sono chiesta come poter rappresentare in chiave personale tutto questo e alla fine ne è nata la mia prima capsule di felpe e camicette.

6.  Viaggi, profumi, aromi. La città del cuore e i tuoi indirizzi segreti?

Ho viaggiato molto e sicuramente continuerò a viaggiare. Opto sempre molto per panorami ed etnie particolari da scoprire, sono una ragazza in camicia a fiori ma con un lato avventuriero e forse un pò solitario. Il paese che per ora mi ha affascinato di più è la Thailandia. Mi ha esaltata Bangkok e il suo caos di profumi.

7. Arte&Moda. Moda&Cibo. Architettura&Moda. Ma perchè non solamente Moda?

La moda viene associata ad altre forme d’arte perchè se fosse sola le persone non riuscirebbero ad apprezzarne la vera essenza e la confonderebbero. Bisogna saper distinguere la moda commerciale dalla moda che invece vuole comunicare, attraverso le proprio creazioni uno status, un mondo o semplicemente una storia. In ogni caso è giusto mescolare, è giusto che la moda prenda ispirazione da ogni forma d’arte.

8. Da cosa ti lasci ispirare?

Mi lascio ispirare principalmente da quello che mi circonda e soprattutto dal fascino che provo osservando le persone e le loro tradizioni. Se voglio disegnare non c’è miglior cosa per me che creare una storia, per questo motivo mi sento particolarmente ispirata quando viaggio.

9. Come affronti una sfida creativa?

Non sono una persona che ama le sfide, le gare o i paragoni,  penso che la più grande sfida sia quella verso noi stessi.

10. Decidere di lasciare tutto e partire con il tuo progetto in valigia. Dove andresti?

In questo momento se dovessi chiudere gli occhi e partire volerei in Asia. Mi affascina il rigore e il rispetto che impongono anche nei capi, ne sono sicuramente influenzata.

11. Un giovane creativo in Italia, che decide di credere in ciò che fa, decide di restare e provare. Pazzo o Eroe?

Quando ho deciso, poco dopo essermi laureata, di non continuare a lavorare come stagista presso gli  uffici stile mi sono programmata due alternative. La prima consisteva nel provare a far conoscere la mia visione ad un Italia un pò satura e la seconda sarebbe stata, come tutti i ragazzi della mia età, di fare i bagagli e partire. Per quanto la moda e il mondo del lavoro in Italia siano problematici in questo momento ho deciso di lottare e salvaguardare un Made in Italy che tanti decisamente calpestano. Detto questo penso di non essere ne un eroe ne una patriota, sicuramente sarò un pò pazza.

  • andrea_official_ordinaryseaman8
  • andrea_official_ordinaryseaman4
  • andrea_official_ordinaryseaman6
  • andrea_official_ordinaryseaman3
  • andrea_official_ordinaryseaman11
  • andrea_official_ordinaryseaman1
  • andrea_official_ordinaryseaman9
  • andrea_official_ordinaryseaman2
  • andrea_official_ordinaryseaman7

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

I “sì” della Fashion Week

La selezione di Lucia direttamente dalle sfilate FW 2017

Jeans jeans jeans!

Ispirazioni color denim

Pijama comfort shoes

Che trama!

Perché amo Vivetta

spread the girly attitude!