Wanderlust | Written by Alessandra

Chefchaouen_ordinaryseaman7

BLUE VELVET

Diari notturni e letture ispirate. La brina che si affanna sul ciglio della strada e i saldi che sono già arrivati al 70%. Febbraio a Milano, con il cinema sotto casa e l’autobus in ritardo. Chiudere gli occhi e immaginare una meta. Troppi chilometri mi separano da Jodhpur quindi, dirotto il mio istinto verso il Marocco e, per la precisione, a Chefchaouen. Perchè? Perchè è blu e io, facendo una media, duecento volte l’anno ho quell’umore ballerino, malinconico e terribilmente attaccato al cioccolato. Entrata prepotentemente nella mia to do list, non mi sfuggirà, a piedi o in groppa a un cammello. Da Marrakech a Tangeri e poi chi lo sa. Si improvvisa. Città sacra e impenetrabile fino all’arrivo degli spagnoli, per poi diventare Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Didattica elementare. Cercare di mimetizzarsi con taccuino alla mano, tuniche colorate e un francese pessimo. Questi gli obiettivi.

Ma come? Volevate consigli su dove dormire e cosa mangiare? Non stavolta…

  • Chefchaouen_ordinaryseaman8
  • Chefchaouen_ordinaryseaman6
  • Chefchaouen_ordinaryseaman4
  • Chefchaouen_ordinaryseaman5
  • Chefchaouen_ordinaryseaman3
  • Girl running in the blue
  • Chefchaouen_ordinaryseaman1

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

Winter Holidays

Il nostro album vacanze è tornato e profuma di neve

Holidays: the best of

Il nostro album vacanze

Guarda come dondolo!

Summer remake e Amarcord sulla Riviera Romagnola

Bologna Imago Urbis

Un racconto attraverso immagini sublimi