Style | Written by Francesca

castamusa_os1

CASTAMUSA LUXURY BAGS

E’ il 25 febbraio 2015, circa le undici di una soleggiata mattinata milanese. Io e Sara ci troviamo davanti ad un palazzo dall’elegante porta in ottone e vetro, in via Friuli 80. Viene ad aprirci Cesare e dopo le presentazioni di rito (ma più simpatiche e rilassate delle solite “presentazioni di rito”), ci accoglie nel suo Showroom, dove presenta per la prima volta, in occasione della Milano Fashion Week, il suo nuovo brand Castamusa. All’interno del luminosissimo magazzino di un’ex stamperia, l’allestimento è vintage, lo spazio scandito dalla presenza studiata di bauli, specchi, valigie, colorati di verde acido, rosa e ruggine, che spiccano sul total white dell’ambiente circostante. L’illuminazione è calda, qua e là antiche porcellane ci offrono pasticcini, l’atmosfera è sorridente e niente da dire: ci piace tutto. Così cominciamo a parlare con Cesare Mercuri, fondatore e direttore creativo del brand di luxury bags. Come prima cosa, ci spiega che quella che sta presentando non è una collezione stagionale, bensì annuale, perché “Castamusa non è modaiola, è classica nel tempo”. Considerando anche l’accuratezza nella scelta di materiali eccellenti e nella qualità della produzione (totalmente italiana), non stento a credere che possa davvero essere la borsa “della vita”. Per farci comprendere il design dei prodotti esposti, Cesare ci parla un po’ di sé: architetto da una vita, ha trasferito l’amore per le geometrie e i volumi in questa sua nuova esperienza. Ed ecco che infatti ricorre il concetto della triangolarità, declinata in diverse proporzioni, in un equilibrio che crea ogni volta uno spazio lineare e puro, apparentemente semplice (ma che semplice non è: ogni borsa necessita di almeno cinque-sei disegni di preparazione, seguiti da uno o più modelli tridimensionali in cartone, il campionario e poi la produzione). Osservando i modelli preparatori in cartone, appare evidente come il tema dell’origami sia caro al designer, che sottolinea: “nelle mie borse, niente è incollato, tutto è cucito”.

La collezione vanta cinque prodotti, studiati in base ai vari momenti della giornata e alle esigenze della donna: si va dall’iconica Gala, hand bag 12h e fedele compagna giornaliera, alle altresì capienti Victorine e Dora (per chi deve portare con sé proprio tutto!), fino alla più contenuta Edie e alla notturna Lisa, la pochette. Per Cesare, i dettagli sono tutto: ci fa notare come i manici siano impreziositi da ganci modulari in galvanica gold e silver, che riprendono la triangolarità e giocano con diversi spessori. Ci spiega che, con un materiale di qualità eccezionale come il vitello lavorato a grana liscia, anche l’interno della borsa non può essere da meno: un tessuto naturale (puro cotone), con stampa triangolo, estremamente grafica, è quello che ci vuole. Per la scelta dei colori (un po’ Seventies, del tutto adorabili) si è ispirato alle terre: ocra, arancio, grigio scuro, taupe, verde oliva, cammello vengono accostati in armonia, con risultati al contempo classici e attuali. Il logo Castamusa riprende le iniziali del suo ideatore, che per dare il nome ad ogni modello ha scelto di omaggiare le muse dei grandi artisti: dalla Edie di Warhol, alla Gala di Dalì, la Dora di Picasso, la Monna Lisa di Leonardo e la Victorine di Manet. La musa scelta da Cesare per la sua campagna pubblicitaria, invece, è un architetto: una donna bellissima, solida e sicura di sé, consapevole della sua eleganza.

Dopo aver discusso a lungo col “padrone di casa” (e dopo aver mangiato qualche dolcetto), io e Sara usciamo dallo Showroom con gli occhi sognanti. Auguriamo il massimo del successo a questo brand che ci ha rubato il cuore!

  • castamusa_os4
  • castamusa_os6
  • castamusa_os2
  • castamusa_os5
  • castamusa_os3
  • castamusa_os7

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

I “sì” della Fashion Week

La selezione di Lucia direttamente dalle sfilate FW 2017

Jeans jeans jeans!

Ispirazioni color denim

Pijama comfort shoes

Che trama!

Perché amo Vivetta

spread the girly attitude!