Pop Culture | Written by Francesca

suite-francese_ordinaryseaman2

IRENE AL CINEMA

Per chi ha già letto e amato l’opera letteraria di Irène Némirovsky (pubblicata nel 2004 dopo oltre sessant’anni dalla stesura, in seguito ad un’epopea che ha quasi del miracoloso), e per chi invece è solo desideroso di conoscerne la storia, ecco una buona notizia: il 12 marzo esce nelle sale italiane “Suite Francese“, diretto da Saul Dibb. Il film, ambientato nella Francia degli anni ’40 durante l’occupazione nazista, racconta l’amore tra una donna francese e un soldato tedesco. Capite anche voi che le probabilità di un dramma sono altissime, ma con il pianoforte in sottofondo e un’adorabile Michelle Williams come protagonista, può valere la pena versare qualche lacrima. E intanto rendiamo omaggio a Irène.

-

« Il libro in sé deve dare l’impressione di essere semplicemente un episodio… com’è in realtà la nostra epoca, e indubbiamente tutte le epoche. La forma, dunque… ma dovrei dire piuttosto il ritmo: il ritmo in senso cinematografico… collegamenti delle parti fra loro. Tempête, Dolce, dolcezza e tragedia. Captivité? Qualcosa di smorzato, di soffocato, il più possibile cattivo. Dopo non so.  »

  • suite-francese_ordinaryseaman6
  • suite-francese_ordinaryseaman4
  • suite-francese_ordinaryseaman3
  • suite-francese_ordinaryseaman5

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

A casa tutto bene

L'ultimo disco di Brunori SAS

Come servire una cena ai tacchini

ovvero: la cosa più dolce che vedrete oggi

Lolita. Icona di stile

Il mito della giovinezza nella moda by Giulia Pivetta

Il primo uomo cattivo

A novel by Miranda July