Hot List | Written by Editors

evergreen_edition_cover_os

The monday review // (ever)green edition

La The Monday Review di oggi è di un verde brillante, non si ammettono sfumature. Siamo andate a vedere bellissime serre piene di orchidee, abbiamo aggiungo un libro evergreen alla nostra libreria e ci siamo rilassate ad un classico festival milanese. Watch out!

#1. Esistono innumerevoli posti abbandonati nel territorio romagnolo,  dove la natura soverchia ogni cosa e domina in maniera selvaggia.

Noi siamo andate a visitare le serre Pan Orchids, a Villa Rovere, in provincia di Forlì. Queste serre fanno parte del Museo Diffuso dell’Abbandono, un’idea di Spazi Indecisi che ha architettato una mappatura di luoghi accoumanti per essere stati dimenticati e lasciati alla deriva. Luoghi che, comunque, continuano a manifestare il loro fascino. Un tempo queste serre erano meta privilegiata di giardinieri e di amanti del pollice verde, i quali si dirigevano in questo vivaio per acquistare orchidee meravigliose che, proprio grazie alla loro bellezza, erano conosciute in tutto il mondo.

#2. Si sa che lo stile di Capri è intramontabile, è un evergreen. Uno stile minimal chic che connubia semplicità ed eleganza e amato in tutto il mondo.

Ora esce, edito da Rizzoli, Capri Jewels. The Love and Creation of Beauty, un libro che ci rivela come nacque il marchio di gioielli Chantecler. Una storia che inizia nel 1974 grazie alla genialità di Pietro Capuano, un racconto di pietre preziose e di creazioni uniche che prendono vita dalla maestria di artigiani e dalla tradizione orafa. Un brand che costantemente si ispira all’isola di Capri e alle sue bellezze. Anelli chevalier, monili , collane e ciondoli raffinatissimi che racchiudono tutta l’estetica dell’isola, un’esaltazione a questa perla dell’arcipelago campano, al suo clima, ai suoi colori, alle sue grotte e alle sue scogliere, ma anche alla sua vegetazione marina, come agavi e ginestre. Il libro, in italiano con traduzione in inglese, è un’idea di Alba Cappellieri, professoressa di desgin del gioiello al Politecnico di Milano, e di Enrico Mannucci, giornalista del Corriere della Sera.

#3. MiAmi15. Basta un tag e le parole si sprecano. Calzettoni al ginocchi, shorts e tattuaggi più o meno fake. Blush sulle guance e spray anti-zanzare come se piovesse. Il tutto, per ascoltare una line up parecchio interessante! Levante su tutti, ma anche Mecna e i The Giornalisti che “la mia malinconia è tutta colpa tua“. Pietro Paletti tra la folla e chioschi, canzoni stonate (le nostre), e ritornelli da limonata. L’estate sta finendo prima ancora di cominciare e questo blues che ci accompagna, con la birra in mano e la frangia di lato, è solo un’altra strofa di questo festival. Ready for the next year!

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

Anti-acido di San Valentino, che però non è neanche miele

Una lista completamente random sull'amore

New Year’s Resolutions

Nuovo anno, stessa storia: Gennaio è il mese dei buoni propositi

In the mood for Xmas

perché per noi il Natale è una cosa seria

All I want for Xmas is… (NOT YOU!)

La wishlist natalizia di Lucia