Wanderlust | Written by Camilla

san-francisco_os_cover

San Francisco // Angels sing, leather wings

Holidays 2015? California!

Una canzone di Scott McKenzie che amo dice così: “For those who come to San Francisco, summertime will be a love-in there. In the streets of San Francisco, gentle people with flowers in their hair…” Niente di più vero nella città dell’amore, un sali-scendi di colori e angoli da instagrammare. Insomma, siamo vicinissime dal dirvi che ci trasferiremo li per il resto della nostra vita ma prima, alcuni dei luoghi che più ci sono rimasti nel cuore.

#1. Iniziamo dalla colazione…: se non conoscete la città e avete voglia di respirare tutto il suo potenziale trascurando le mete affollate di turisti, vi consiglio di alloggiare in Mission District. Molti lo definiscono il quartiere più pericoloso della città, forse per quel mix di culture che lo caratterizza. Vi consiglio di non farvi influenzare e vi troverete immersi in un mondo fatto di profumi latini, ottimo cibo e architetture ispaniche. Non plus ultra, a Mission si trova la più buona panetteria della città. Da Tartine Bakery & Cafe potete assaggiare il più buon pan au chocolat di tutta la costa occidentale, seduti ad un tavolone di legno massiccio. Da provare anche la Frangipane Tart e la Devil’s Food Cake, ma attenzione: la coda inizia ancora prima dell’orario di apertura (7:00), armatevi di pazienza e sarete ricompensati!

#2. La bicicletta è il must-have: come girare la città di San Francisco? Semplice! Portatevi il vostro longboard se siete skater convinti, oppure noleggiate una bici. In Valencia Street esiste un piccolo gioiello per gli amanti del design e delle due ruote. Mission Bicycle Company è una piccola officina nata nel 2009 con l’obiettivo di costruire biciclette tailor-made. E’ possibile acquistarne una direttamente online, oppure noleggiarla per uno o più giorno. Gambe in spalla e giù per le colline di Presidio Park fino al Golden Gate. Mi raccomando, non dimenticate di visitare lo shop di Mission Bicycle Company. Troverete t-shirts, guide, libri fotografici, stickers e accessori dedicati a chi ama le due ruote.

#3. Bookeaters: la soddisfazione di trovare la libreria del cuore in ogni luogo che visitiamo è impagabile. E qui a San Francisco, tutti i booklovers orbitano intorno a City Lights Bookshop in Colombus Avenue. Le cose belle: è una libreria (ma anche un piccolo editore indipendente) di tre piani, specializzata in letteratura, arte e libri dedicati alla politica progressista. Alle pareti, cartelloni colorati che recitano frasi come “stash your sell phone and be here now!” oppure “democracy is not a spectator sport“. Le cose brutta: non avrete mai spazio in valigia per tutti i libri che comprerete.

 #4. Shop to death: da un’attenta analisi della popolazione cittadina, sono giunta a questa conclusione. A San Francisco, o sei hippie o se hipster. Ora, lasciando i secondi in un limbo tra ammirazione e commiserazione, proporrei di dedicarci interamente a maxidress con stampa floreale, giacche sfrangiate di camoscio e jeans flare. Per tutto ciò che avete sempre voluto acquistare, compresi improbabili occhiali da sole dalla forma poligonale, c’è Valencia Street. Una miniera d’oro per il second hand, ma soprattutto per i personaggi straordinariamente improbabili che troverete a rovistare tra le grucce insiem e a voi. Alcuni consigli? Painted Bird, After Life e Fine Arts Optical.

(…to be continued…)

  • sanfrancisco_os5
  • sanfrancisco_os4
  • sanfrancisco_os3
  • sanfrancisco_os2
  • sanfrancisco_os1

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

Winter Holidays

Il nostro album vacanze è tornato e profuma di neve

Holidays: the best of

Il nostro album vacanze

Guarda come dondolo!

Summer remake e Amarcord sulla Riviera Romagnola

Bologna Imago Urbis

Un racconto attraverso immagini sublimi