Hot List | Written by Camilla

netflixing_cover_1

Netflixing

Vi siete mai chiesti com’era la vostra vita prima di Netflix? Distese infinite di film e serie tv che potreste tranquillamente classificare come appartenenti al genere “trash anni 90″? Allora vi siete dati la mia stessa risposta. Certo, un pò di programmi a basso impatto intellettuale su Real Time, primo fra tutti “Il boss dell cerimonie”, creano sempre una buona dose di conforto. Ma ormai non è abbastanza. Ormai, se iniziamo a vedere una serie tv, la dobbiamo vedere fino all’ultima puntata la domenica pomeriggio, distese a letto tra un toast con l’avocado e un pacco di biscotti al cioccolato.

Netflix è la risposta definitiva a tutte le domande precedute dalla frase “oggi piove” e a tutti i sacchetti di pop corn cucinati in casa. Per aiutarvi nella scelta, abbiamo deciso di proporvi alcune serie tv scovate su Netflix a cui forse non avremmo mai dato una chance in situazioni di elevato engagement sociale. Ma tant’è, il weekend serve appunto a questo, oltre che per dormire! Ecco le serie più assurdamente interessanti di questo periodo:

#1. Master of None

Si tratta di serie tv statunitense creata da Aziz Asnari, comico e sceneggiatore indiano, e Alan Yang.  Lo show racconta la vita di Dev, un ragazzo (indiano, ovviamente) sulla trentina residente a New York. Come tutti noi, Dev cerca di trovare un equilibrio tra il lavoro, gli amici, la vita sentimentale e le prospettive del futuro. Il racconto sulla vita e sulle vicissitudini legate alla diversificazione di genere ed etnia, in ogni campo e soprattutto ad Hollywood, rendono questa serie un racconto ironico, scoraggiante e vero al tempo stesso.

# 2. Love

Ok, diciamo che adoriamo assolutamente la coppia-non coppia Mickey e Gus. E che dopo la prima e unica stagione presente su Netflix, muoriamo dalla voglia di sapere cosa ne sarà di loro. Love racconta la storia della relazione tra due ragazzi di Los Angeles. Lei – Gillian Jacobos – è cinica e disillusa, lavora alla radio e ha qualche problema di abuso di psicofarmaci. Lui – Paul Rust – lavora come insegnante di una giovanissima attrice e la sua estrema gentilezza ha causato la rottura della sua relazione sentimentale. La coppia, assurda sulla carta, è perfetta nella realtà e noi non vediamo l’ora di vedere il seguito! La serie è creata da Judd Apatow, uno tra gli sceneggiatori più apprezzati di Hollywood.

#3. Wet Hot American Summer

Assurda? Demenziale? Certo che si. Wet Hot American Summer: First Day of Camp è una mini serie prodotta da Netflix come prequel dell’omonino film diretto nel 2001 da David Wain. Nell’estate del 1981, animatori e campeggiatori si apprestano ad affrontare il primo giorno al Camp Firewood, generando una concatenazione di avventure e disavventure ai limiti del buon gusto.

#4. Better Call Saul

Pazzi per Breaking Bad? Allora vi consigliamo Better Call Saul, lo spin-off della premiatissima serie incentrato sull’avvocato Walter White – alias Bob Odenkirk. Dopo due anni i fatti narrati in Breaking Bad, Saul lavora in un negozio di ciambelle sotto falsa identità e vive nel terrore di essere scoperto. Mentre guarda la videocassetta delle sue vecchie tele-promozioni, la scena di sposta nel passato, quando ancora si faceva chiamare James McGill e cercava con ogni mezzo di emergere come avvocato penalista. Ah, la serie è ideata da Vince Gillian e Peter Gould ed è già un cult.

Nota dolente: non aspettatevi di poter vedere la stagione tutta d’un fiato, le puntate vengono pubblicate a cadenza settimanale!

 

Comments are closed.

- INSTAlove -

- TWEETS -

Anti-acido di San Valentino, che però non è neanche miele

Una lista completamente random sull'amore

New Year’s Resolutions

Nuovo anno, stessa storia: Gennaio è il mese dei buoni propositi

In the mood for Xmas

perché per noi il Natale è una cosa seria

All I want for Xmas is… (NOT YOU!)

La wishlist natalizia di Lucia